prestitivenezia.com - Cerca i migliori Prestiti e Finanziamenti a Venezia e provincia

in News

È la nuova pensata norvegese, dove il ministro per l’immigrazione e l’integrazione, Sylvi Listhaug, ha pensato di aggiungerne ai già 2000 euro esistenti altri mille per incoraggiare il rimpatrio volontario dei migranti approdati sulle coste del Paese alla ricerca di una vita migliore.

A quanto pare, non è solo l’Italia o i Paesi confinanti ad avere un problema di controllo dei migranti, dove questi puntano alle regioni del Nord per stabilirsi definitivamente dopo un lungo e tortuoso cammino per l’Europa.

 

L’UDI, ovvero la Direzione per l’Immigrazione, ha aperto una specie di lotteria con un premio in denaro da 10.000 corone (mille euro), che si va ad aggiungere alle precedentemente distribuite 20.000. Questo bonus è rivolto ai primi 500 migranti che si offriranno volontari di tornare nel loro Paese d’origine.

 

La speranza della Norvegia è quella di risparmiare dei soldi offrendone degli altri. Detta così sembra un paradosso, ma la nazione spende migliaia di euro per mantenere le persone nei centri di accoglienza e pagandone una parte per il rimpatrio permetterebbe un risparmio a lungo termine, avendo meno immigrati da mantenere.

 

La nuova proposta è nata dalla ministra per l’immigrazione e l’integrazione, mentre quella delle 20.000 corone, decisa nel dicembre 2015, è stata attuata dal Governo di Destra guidato da Erna Solberg. Listhaug spera che il progetto dell’UDI possa riuscire ad affermarsi e che le richieste dei migranti siano numerose. Secondo Joost Van Der Aalst, portavoce IOM, si tratta di un’iniziativa valida e che dà comunque un aiuto a quelle persone provenienti da Paesi di guerra che avevano deciso di portare con loro anche le rispettive famiglie.

 

L’immigrazione, tuttavia, è un problema che dovrebbe essere combattuto a monte, a livello europeo. Quando questo non accade, sono i singoli stati che devono farsi carico, anche economicamente, della questione.

publisher
back to top